Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
We love social networks! join with us!

Il Museo Nazionale di Villa Guinigi ospiterà, dal 28 ottobre al 12 novembre, la mostra Fragmenta marmorum: lo studio, il restauro e la valorizzazione di quattro capitelli della Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata. In tale occasione verrà presentato il restauro di alcuni capitelli del III secolo d.C., rinvenuti durate le ricerche archeologiche effettuate negli anni ’70 nella nota chiesa lucchese e conservati fino ad oggi nei depositi del Museo di Villa Guinigi. Lo studio si è reso possibile grazie a una convenzione tra l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e la Soprintendenza BAP SAE per le Province di Lucca e Massa Carrara, che ha dato vita ad un percorso formativo durato alcuni mesi, al quale hanno preso parte quattro tirocinanti del corso di Laurea in Diagnostica e Restauro dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Il lungo lavoro sui manufatti marmorei si è articolato in più momenti: lo studio preliminare, le indagini diagnostiche e la pianificazione degli interventi di restauro. Inoltre i dati raccolti sono stati inseriti all’interno di SICaR (Sistema Integrato per la Catalogazione del Restauro), un GIS web based nato per la condivisione e divulgazione in rete del patrimonio artistico. Le ricerche hanno consentito non solo di recuperare e rendere fruibili questi antichi capitelli, ma anche di ricostruire “frammenti” di storia lucchese. La mostra sarà inaugurata il giorno 28 ottobre alle ore 16.30 a Villa Guinigi e sarà visitabile negli altri giorni secondo l’orario del museo dalle 9.30 alle 19.00. La visita alla mostra è inclusa nel costo del biglietto al museo.

Il post è stato scritto da " Lucca e le sue Terre " archiviato in " Senza categoria ".