Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
We love social networks! join with us!

“Lui non lo sa”: è il titolo della personale che Fabrizio Barsotti ha allestito nel suo studio al civico 153 di via del Fosso, in pieno centro storico. Stavolta il leitmotiv della serie di opere esposte è la testa come forma, la testa come ideale palcoscenico di un teatro dove l’artista si mette letteralmente in gioco. Una testa sempre in movimento, alla perenne ricerca dell’ispirazione da tradurre in opera d’arte. Fabrizio Barsotti cerca stavolta di stimolare i sensi dello spettatore, invitandolo ad una conoscenza che non derivi dalla sola visione, ma da un contatto più diretto con la fisicità corporea. Creazioni, assemblaggi che stimolano la tattilità, spingendo l’osservatore fino a fargli toccare ciò che ha davanti. Ventidue opere di recentissima produzione, tutte a cantare un inno, seppur breve, a quell’immaginario sfrenato che abita nella testa, appunto, del loro autore. Un piccolo viaggio, un’esperienza di sensi e intelletto: fino al 5 gennaio 2012. Un particolare ringraziamento a Marco Palamidessi e a Francesca Torregiani.

Il post è stato scritto da " Lucca e le sue Terre " archiviato in " Senza categoria ".