Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
We love social networks! join with us!

Il marmo come specchio di vita, di luci e di storie. Roberto Mari presenta nella sala delle Grasce del Chiostro di Sant’Agostino, dal 18 febbraio all’11 marzo, “Marmo, nuove percezioni”: un racconto per immagini, ricco di vivaci suggestioni cromatiche. La mostra è un’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietrasanta in collaborazione con il Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut e con il patrocinio di FIAF.Il marmo come geografia del pensiero, come diario di vita, come natura palpitante che scrive e descrive il magico viaggio dell’esistenza. Roberto Mari si concentra con il suo obiettivo su una materia così carica di storia. I suoi scatti ne rivelano magnifici paesaggi, tra colori e antiche venature. Mari ama le Apuane e ne conosce tutte le cave: i suoi marmi si accendono di luce e di colore sino a scoprire inedite visioni pittoriche. BiografiaRoberto Mari nasce a Gorizia e vive in Versilia. Si laurea all’Università Luigi Bocconi in Economia Aziendale; nel 1995 vince il suo primo concorso fotografico. All’attività di analista finanziario affianca, infatti, la passione per l’arte e la fotografia.E’ membro di numerosi circoli fotografici, fra cui “L’Altissimo BFI” di Querceta. Come membro del circolo partecipa a diverse mostre collettive durante “Seravezza Fotografia”.Nel 2009 partecipa al seminario del maestro Franco Fontana che lo porta ad un nuovo percorso di ricerca; da quel momento si dedica a tempo pieno alla fotografia.Nel maggio 2011 espone alla mostra “Quelli di Fontana” a Reggio Emilia in occasione di “Fotografia Europea” e successivamente in giugno in occasione di “Mantova creativa 2011” ed in ottobre alla “Galleria Europa” di Lido di Camaiore.Nel gennaio 2012 porta i suoi scatti a Firenze, al Caffè Storico Letteraio “Giubbe Rosse” ed è presente a “Seravezza Fotografia 2012”.

Il post è stato scritto da " Lucca e le sue Terre " archiviato in " Senza categoria ".